IL GRUPPO GIOCO


“Guscio di Noce” è un progetto di educazione parentale dedicato ai bambini in età prescolare delle famiglie associate a Magenta, associazione culturale e pedagogica ad indirizzo steineriano con sede ad Arcore, in via Cesare Battisti 40. La proposta educativa si basa sulle linee guida della pedagogia Steiner-Waldorf, in quanto riteniamo che essa costituisca una risposta di grande valore alle esigenze di sana crescita del bambino.

L’obiettivo del nostro progetto è quello di offrire ai bambini un luogo dove possano venire amorevolmente accolti ed accuditi. Abbiamo lavorato a lungo nelle stanze a loro dedicate, velando le pareti ad acquerello con tinture completamente naturali,  fissando  pannelli di legno per rendere ancora più “caldo” l’ambiente. 






Abbiamo scelto, come giochi ed oggetti da manipolare, elementi della natura e manufatti artigianali autoprodotti  o acquistati da produttori già conosciuti ed apprezzati anche in ambito Waldorf ed abbiamo abbellito il nostro piccolo giardino con piante aromatiche e fiori. Bellezza ed autenticità  plasmano  i bambini nell'intimo per questo poniamo estrema cura in ciò che  portiamo loro incontro. 







Se da una parte prestiamo grande attenzione all’ambiente, dall’altra lavoriamo molto sulla nostra autoeducazione interiore  per poter essere adulti  degni di essere imitati dai bambini . E’ un lavoro quotidiano molto faticoso ma che offre una grande possibilità all’adulto di migliorarsi e di scoprire nel profondo chi è veramente il bambino che gli sta di fronte, nel suo essere unico. Di conseguenza, ne giova moltissimo la qualità di relazione che l’adulto coltiva così con il bambino.

La giornata è scandita da ritmi e rituali che variano anche in base al mutare delle stagioni. Sono previste attività che si ripetono sempre nello stesso giorno della settimana: fare il pane, dipingere con gli acquarelli su carta bagnata, lavorare la cera, fare il telaio. Sono generalmente introdotte da canzoncine e filastrocche, atte a portare il bambino nel giusto stato d’animo per poter vivere al meglio l’esperienza. Viene lasciato ampio spazio anche al gioco libero, sia all’interno che all’esterno, in modo che i bambini si possano liberamente relazionare fra di loro, sviluppando il senso sociale.

Una volta alla settimana, è prevista una passeggiata in natura.






















Ogni giorno raccontiamo fiabe popolari come quelle dei fratelli Grimm e fiabe della tradizione russa. Attraverso le immagini che si creano da esse, portiamo un prezioso nutrimento all’anima del bambino in ascolto.  In occasioni particolari, la fiaba viene animata con un semplice teatrino da tavola, costituito da scenografie essenziali e personaggi poco definiti in lana cardata.

Il pranzo viene scaldato e servito in una sala separata. La famiglia provvede a cucinare e riporre nel pentolino la pietanza destinata al proprio bambino che verrà portata ogni giorno in sede nel cestino di vimini, abitualmente in uso nelle realtà Waldorf. La merenda di metà mattina, generalmente costituita da frutta fresca, pane, marmellata e tisana, viene preparata in sede, possibilmente con il coinvolgimento dei bambini.

Offriamo un supporto alla genitorialità, attraverso la quotidiana condivisione di pensieri, opinioni ed esperienze,  al fine di creare continuità tra la vita sociale e quella in famiglia, per la crescita armonica del bambino. La partecipazione attiva dei genitori anche nella vita pratica e nella cura degli spazi costituiscono un importante esempio di costruzione della comunità, acquistando quindi una valenza sociale.

La nostra sede vuole essere anche un punto di riferimento culturale e sociale sul territorio e si impegna ad organizzare corsi ed attività artistiche per adulti e bambini, conferenze ed incontri ma anche momenti di festa come il Bazar di Natale, allo scopo di far conoscere la pedagogia Waldorf e raccogliere fondi che contribuiscano alla sopravvivenza del progetto. Tutto ciò sarà possibile solo grazie all’apporto volontario della comunità dei genitori e delle famiglie associate. Siamo certi che ciascuno possa donare liberamente il proprio contributo in base ai talenti personali. Il nostro impegno e le nostre azioni si compiono nel presente ma agiscono anche nel futuro per il bene della comunità.


Le maestre